Prima di indicare i vantaggi dei semi di fico d’india è bene specificare che questo particolare ingrediente è usato esclusivamente per la ricetta della linea Naxos Mature e Naxos Sterilight, proprio per le esigenze dei cani un po’ più avanti con gli anni o per quelle dei cani sterilizzati.

Siamo soliti pensare al fico d’india come ad una pianta dagli spinosi e succulenti frutti, apprezzati e consumati nel nostro paese soprattutto in Sicilia. Ma sapete che dai semi di questa pianta si estrae anche un olio dalle grandi proprietà?

Cosa dice la scienza

Una ricerca, realizzata da un team italiano e pubblicata sull’European Journal of Lipid Science and Technology, ha voluto valutare gli aspetti salutistici ma allo stesso tempo le potenzialità economiche di questo prodotto.

A coordinare lo studio è stato Mario Pagliaro, ricercatore chimico che insieme ad altri chimici e agronomi del Cnr e delle Università di Catania e Palermo ha deciso, su invito del nuovo Distretto produttivo del Ficodindia di Sicilia, di analizzare a fondo i componenti dei semi di fico d’India e dell’olio che se ne può ricavare indagandone le proprietà.

 

Le caratteristiche fondamentali

L’olio contenuto nei semi di fico d’india sarebbe dunque ricco di acidi grassi molto preziosi per la nostra salute (in particolare utili a livello cardiovascolare) e per quella dei nostri amici a quattro zampe più avanti negli anni o con necessità di alimenti nutrienti e al tempo stesso più digeribili. Un prodotto d’eccezione della Sicilia, in questa terra infatti l’olio prodotto dai semi di fichi d’India può vantare caratteristiche aggiuntive:

“La composizione dell’acido grasso dell’olio siciliano Opuntia ficus-indica è simile a quella dei frutti cresciuti in Tunisia mentre ha un profilo completamente diverso rispetto ai frutti OFI (ovvero per la produzione di olio da fico d’india, n.d.r) coltivati in Algeria e Marocco. Come l’olio ottenuto in Tunisia, l’olio siciliano ha un tenore di acido vaccinico superiore, ma comprende quantità significative di altri acidi grassi insaturi che presentano proprietà di salute molto favorevoli”.

 

cane maturo

Quello siciliano ha una marcia in più

Si parla dell’olio ricavato dai semi di fico d’India siciliano che ha tratti distintivi rispetto ad esempio a quello che si produce in Marocco. Secondo quanto si legge su un estratto della ricerca appena pubblicata:

“La composizione dell’acido grasso dell’olio di semi ricavato dal frutto giallo di Opuntia ficus-indica ampiamente coltivato in Sicilia mostra diverse caratteristiche distintive. L’olio ottenuto comprende quantità significative di acido vaccinico insieme a numerosi altri acidi grassi insaturi che presentano diversi benefici per la salute, compresi linolenico, trans-13-oktadecenoico, gondoic, 7Z, 10Z-esadecadienoico e acido gadoleico”.

 

La storia dei Semi di Fico d’India

I Semi di Fico d’India per i cani, più efficienti e meno noti di quelli di argan, sono semi del frutto nativo del Messico e furono commercializzati già ai tempo degli Aztechi che conoscevano le potenzialità dell’olio che viene estratto. Anche nei Paesi del bacino del Mediterraneo si cominciò a coltivare la pianta dal sedicesimo secolo e si scoprì presto quest’olio prezioso, usato per curare ferite, scottature e per difendere la pelle dall’azione essicante del vento e del forte calore di queste zone. Poi se ne dimenticò l’uso fino ai giorni nostri quando, nell’approfondire i rituali di bellezza delle donne berbere, si arrivò a riscoprire questo prezioso dono della natura.

L’olio di Semi di Fico d’India vanta infatti una tradizione curativa millenaria grazie alle sue proprietà, antiossidanti, rigenerative, rassodanti, idratanti, lenitive, antinfiammatorie e cicatrizzanti.

Tale olio deve inoltre la sua preziosità al peculiare processo di estrazione. Viene infatti ottenuto solo da spremitura a freddo dei semi e ciò permette di preservarne le proprietà benefiche. È necessaria circa una tonnellata di minuscoli semi per estrarre un litro d’olio di Fico d’India.
La spremitura a freddo è uno dei metodi meccanici per l’estrazione di oli vegetali. Si esegue a una temperatura minore di 27° C e non comprende alcun trattamento chimico. Permette così di ottenere un prodotto di altissima qualità, conservandone le proprietà nobili.

fico d'india

TROVI SEMI DI FICO D’INDIA ALL’INTERNO DI QUESTI PRODOTTI:

 

Vuoi metterti in contatto con noi?

Contattaci sulla nostra pagina Facebook

 

 

Scopri il rivenditore più vicino a te

Consulta il nostro Store Locator