L’American Curl Longhair è il risultato di una mutazione genetica naturale che lo ha dotato di curiose orecchie ripiegate all’indietro. Sono loro a donargli quell’espressione sorpresa, quasi allibita, che tanto lo caratterizza.

Era il 1981 quando i coniugi californiani Grace e Joe Ruga videro comparire alla loro porta una gattina randagia con un fluente manto nero ed orecchie arricciate davvero insolite.

Shulamith -così decisero di chiamarla- si adattò di buon grado agli agi della vita domestica e nel dicembre di quello stesso anno partorì quattro cuccioli, due dei quali presentavano le sue stesse orecchie curl (arricciate).

Fu chiaro fin da subito che non si trattava di un’anomalia, ma di un tratto dominante e dunque trasmissibile al 50% della prole anche se presente in uno soltanto dei genitori.

Caratteristiche fisiche e comportamento

L’American Curl Longhair è un gatto solido e robusto, sempre molto elegante. In età adulta i maschi possono raggiungere gli otto chili di peso mentre le femmine, generalmente, non oltrepassano i cinque.

Pur essendo dotato di un’ottima struttura ossea e muscolare, presenta un corpo di conformazione quasi esotica, allungato e piuttosto snello.

Crocchette consigliate

L’American Curl Longhair per le sue caratteristiche fisiche ha bisogno di un’alimentazione specifica.

Dopo lo svezzamento e il periodo di socializzazione necessario anche con interlocutori umani, si può scegliere fino ai 12 mesi:

Superati i 12 mesi di vita, è consigliabile usare un prodotto specifico per lo stile di vita del gatto. Per i gatti che vivono in casa:

Cat & CO wellness indoor1,5Per i gatti sterilizzati, per garantire loro il giusto apporto nutritivo ed evitare la tendenza a prendere peso:

Per i gatti che vivono gran parte delle loro giornate all’aperto e hanno uno stile di vita più attivo:

Per quei gatti che hanno una leggera intolleranza al pollo e non necessitano di un cibo veterinario specifico, consigliamo: