L’alimentazione di un cane anziano dovrebbe essere differente rispetto a quella di un cane giovane. A volte per pigrizia continuiamo ad alimentare il nostro cane con le stesse crocchette con le quali li abbiamo nutriti dopo essere diventati adulti.

Anche se vorremmo averli sempre giovani e scattanti, anche i nostri fedeli amici a quattro zampe invecchiano e portano con sé alcune trasformazioni nel loro corpo e nel loro metabolismo. Assecondare queste variazioni permetterebbe di migliorare la qualità della loro alimentazione e di conseguenza, assicurargli una “terza età” più sana e di conseguenza, un po’ più longeva.

Come ci accorgiamo dell’invecchiamento del nostro cane

La velocità dell’invecchiamento di un cane è direttamente proporzionale alla sua stazza: se il vostro cane è di taglia medio/grande, invecchierà più rapidamente rispetto a un cane di taglia mini. Occorre passare all’alimentazione di un cane anziano quando ci accorgiamo che il nostro cane accusa:

  • perdita generale di energia
  • cecità e sordità parziale non sono rare
  • rallentamento dell’attività metabolica del 10-20%
  • attività grasto-intestinale rallentata (costipazione e stitichezza)
  • disidratazione, il cane è più restìo a bere
  • aumento della massa grassa, favorito dalla diminuzione del movimento
    probabile diabete o obesità nel cane.

Ciascuno di questi sintomi può essere specifico per una razza più che per un’altra e il parere veterinario è sempre da richiedere.

In generale, un cane passa dall’età adulta a quella avanzata tra i 7 e i 10 anni di vita. In particolare, i cani di taglia piccola invecchiano più tardi (intorno ai 10 anni), rispetto ai cani di taglia medio-grande, che sono considerati anziani intorno ai 7-8 anni di vita. Ecco qualche piccolo prezioso consiglio per prevenire malattie nel cane o l’insorgere di fastidiosi sintomi:

Quantità e nutrienti consigliati

La diminuzione di cibo nel cane anziano è conseguenziale alla sua difficoltà di digestione. In questo caso è consigliabile cercare di seguire in maniera più attenta l’alimentazione di un cane anziano cercando di portarlo ad alimentarsi tre volte al giorno.

La costipazione in età avanzata è molto diffusa nei cani. Oltre all’apporto di fibre, come detto, è fondamentale assicurarsi che il cane anziano si idrati più volte al giorno, anche per favorire la digestione. Una delle cose più complicate però è riuscire a garantire il giusto mix tra fibre, elementi antiossidanti contenenti vitamina C e la giusta quantità di proteine.

Per risolvere questi problemi e garantire un prodotto pronto all’uso, abbiamo creato Naxos Mature, specifico per l’alimentazione di un cane anziano. Nel caso in cui il vostro amato cagnolino sia di taglia piccola, è importante scegliere il Naxos Mature Mini, creato appositamente per favorire la loro masticazione e tenere conto della diversa quantità di ingredienti rispetto ai loro amici più grandi.