La carne di bufalo nel pet food è stata scelta per essere, tra le carni rosse, una delle più magre e leggere, ideale per dare un’alternativa a quei cani che non gradiscono la carne di pollo o hanno sviluppato nel tempo una leggera intolleranza a quel tipo di carne.

Il Naxos Bufalo e Agrumi coniuga questa pregiata proteina alle caratteristiche uniche degli agrumi siciliani, in grado di garantire fibra alimentare cinque volte superiore a quella della crusca di frumento, in modo da migliorare la motilità intestinale, ridurre la concentrazione di colesterolo nel sangue e garantire un’azione antiossidante.

Il Naxos Bufalo e Agrumi è già distribuito per cani di taglia mini e medium.

Provenienza della materia prima

Il bufalo italiano viene allevato allo stato brado, libero di pascolare, garantendo in questo modo un miglioramento nel sapore e nel gusto delle carni in maniera significativa. Gli animali, nati e cresciuti in Italia, appartengono alla grande famiglia del tipo River, definito fino a pochi anni fa “bufalo di tipo mediterraneo”. Oggi è riconosciuto come razza “Mediterranea Italiana”.

Tale traguardo è stato raggiunto grazie al lungo isolamento ed alla mancanza di incroci con bufale appartenenti allo stesso gruppo o a gruppi diversi, allevati in altri Paesi del mondo. Ciò ha permesso una evidente differenziazione morfo-funzionale nella popolazione italiana.

Caratteristiche utili per il pet food

La carne di bufalo nel pet food rappresenta una delle proteine non convenzionali ben tollerate in assoluto tra le carni più magre e leggere:

  • la presenza di acido stearico e di acido linoleico presente nei tessuti ne conferisce il colore rosso vivo;
  • assenza di grasso d’infiltrazione: come accade nel maiale, il grasso è ben separato dalle fibre muscolari;
  • la percentuale di grasso risulta essere inferiore del 3% nel bufalo rispetto alla carne bovina con un rapporto fra grassi saturi ed insaturi sicuramente migliore;
  • Alto contenuto proteico;
  • Elevata presenza di ferro e importante fonte di vitamine, tra cui B6 e B12, nonché minerali come potassio, zinco, cromo, rame e magnesio;
  • il grasso presenta maggiori contenuti di acido stearico ed oleico, nonché di quello linoleico che, in quanto polinsaturo, può agire efficacemente nella riduzione della colesterolemia.